CASATE, RIECCO IL GHIACCIO

In questi giorni, sono state avviate le opere per la formazione del ghiaccio nell'impianto di Casate di Csu. Alla fine del periodo caldo, infatti, non resta che la piattaforma in cemento (attraversata da una serpentina di 4 chilometri in cui scorre acqua addizionata ad antigelo) e alla vigilia di ogni stagione è necessario ricomporre la superficie gelata al servizio delle molteplici attività del pattinaggio e dell'hockey (agonismo, scuola, eventi o semplice svago).
 
Si tratta anzitutto di raffreddare la pavimentazione su cui poi viene versata l'acqua, raggelata di strato in strato. Un'operazione che reclama precisione e pazienza. Dalla messa in azione dei compressori al risultato finale occorrono circa 10 giorni di lavoro. Il tempo utile per arrivare puntuali all'avvio della nuova stagione.
 
L'impianto ha ormai consolidato il carattere multidisciplinare, accanto alle discipline del ghiaccio, è attiva la riqualificata piscina, recentemente dedicata a Conelli e Mondini.